Scritto il .

RICADUTE/2 Secondo il metodo IMR serve un piano di prevenzione

RICADUTE/2  Secondo il metodo IMR serve un piano di prevenzione

Imparare ad esaminare le esperienze precedenti, conoscere gli eventi scatenanti, identificare i segni premonitori di crisi e pianificare i passi da compiere è un buon metodo per prevenire le ricadute in psichiatria. Lo sostiene l’Illness Management and Recovery Program

di Michela Trigari 

BOLOGNA – Secondo il programma Illness Management and Recovery (IMR), per prevenire le ricadute serve un piano. L’IMR è una pratica nata negli Stati Uniti che fornisce, alle persone che soffrono di schizofrenia, disturbo bipolare e depressione, informazioni sulla loro malattia mentale, sulle strategie per gestire, controllare e ridurre conflitti, situazioni stressanti o eventi problematici, aiutandole a sviluppare obiettivi personali e prendere decisioni informate sul loro trattamento. Questo metodo, sviluppato da Susan Gingerich e Kim T. Mueser e pubblicato dall’agenzia governativa Usa SAMHSA, si avvale soprattutto del dialogo e di dispense che vengono fornite agli utenti.

L’IMR, sperimentato in alcune Aziende Usl dell'Emilia-Romagna, “prevede anche un piano di prevenzione per contrastare l’insorgere di crisi, che coinvolga la partecipazione di almeno un familiare o un'altra persona di riferimento: gli utenti imparano ad esaminare le loro precedenti esperienze, identificando gli eventi scatenanti e i segni premonitori di crisi, e a pianificare i passi che possono compiere per prevenire le ricadute”, ha spiegato Antonella Mastrocola, direttore del Centro di Salute Mentale di Ravenna, durante l’incontro di giugno della Consulta regionale per la Salute Mentale. 

In genere le ricadute sono influenzate dallo stress, dalla sospensione dei farmaci, dall’uso di alcol o droghe. I segnali premonitori più comuni sono il nervosismo, le alterazioni dell’appetito e del sonno, gli sbalzi d’umore, l’isolamento. Alcune, persone, invece, hanno campanelli d’allarme unici. Amici, familiari, colleghi di lavoro, operatori e altre persone di supporto spesso notano quando una persona sembra diversa o agisce in contrasto con il proprio carattere. Queste persone possono essere utili alleati nel riconoscere le avvisaglie.

Secondo l’Illness Management and Recovery per prevenire le ricadute, quindi, occorre “imparare il più possibile sulla propria malattia, essere consapevoli dei propri sintomi e di quando si è sotto stress, conoscere qualche strategia per fronteggiare stress, problemi e sintomi persistenti - e l'IMR Program ne approfondisce alcune -, partecipare ad attività piacevoli o rilassanti che aiutino la recovery, sviluppare reti sociali, utilizzare i farmaci in modo efficace”.

La versione in italiano dell’IMR Program è scaricabile dal sito della Società italiana di riabilitazione psicosociale.

Parliamone Insieme
il sito della Consulta regionale per la Salute Mentale dell’Emilia-Romagna


Associazione Arte  e Salute APS
Via de’ Griffoni 4
40123 Bologna
P.iva e cod. fiscale 02049631209

Redazione
c/o La Casa di Tina
Via di Corticella 6
40128 Bologna
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si ringrazia la Regione Emilia-Romagna

Privacy Policy Cookie Policy