Scritto il .

To Be: il manifesto per un teatro "per e nella" salute mentale

To Be: il manifesto per un teatro "per e nella" salute mentale

Il Teatro Offre Bellezza ed Emancipazione: ecco il manifesto ToBe e la ricerca sulla diffusione delle esperienze di teatro nella salute mentale in Italia realizzata da Volabo in raccordo con CsvNet

di redazione

BOLOGNA - Il teatro può agire positivamente su quei fattori che influenzano lo stato di salute fisica e mentale di un individuo e, più ampiamente, di una popolazione. Fare teatro, quindi può rappresentare una buona pratica per migliorare il benessere psicofisico delle persone ed essere un volano potente per attivare processi di partecipazione e creazione del welfare culturale, per costruire connessioni con la comunità oltre il pregiudizio del disagio psichico e favorire la coesione sociale.

Proprio sul binomio salute-teatro è incentrato "To Be. Il Teatro Offre Bellezza ed Emancipazione: Manifesto per un teatro per e nella salute mentale", un documento che sottolinea in otto punti il valore di questo teatro e i principi che lo sottendono, promosso da una Rete dalle principali realtà teatrali nazionali attive nei progetti di teatro e salute mentale. 

Accanto al manifesto, la terza parte di una ricerca sulla diffusione delle esperienze di teatro nella salute mentale in Italia realizzata dal Centro servizi volontariato di Bologna Volabo in stretto raccordo con CsvNet, l'associazione nazionale dei Csv. Le prime due ricerche, realizzate nel biennio 2021-2022, hanno consentito di mappare, a livello nazionale, oltre 180 soggetti del terzo settore che sviluppano iniziative di teatro e salute mentale, e di mettere a fuoco alcune caratteristiche delle esperienze promosse dai Dipartimenti di Salute Mentale (DSM), in collaborazione con le diverse realtà della società civile. La ricognizione è stata possibile grazie al supporto di 36 Centri di servizio per il volontariato e di 41 Aziende sanitarie (appartenenti in tutto a 16 regioni e a due province autonome). 

La terza fase della ricerca, invece, si è posta l’obiettivo di costruire una sorta di “catalogo” contenente “istruzioni per l’uso” che nascono dalle informazioni raccolte, ma che superano l’esperienza del singolo caso per diventare un racconto collettivo. Il risultato è una sorta di “guida”composta dalle 4 tipologie di pratiche di teatro e salute mentale maggiormente diffuse a livello nazionale: teatro professionalizzante, la cui finalità è quella di costruire percorsi per l’inserimento lavorativo; teatro per la lotta allo stigma, la cui finalità è quella di contrastare i pregiudizi sociali che gravano sulle persone che soffrono di disagio psichico; teatro come volano di convivenza, promozione di salute e benessere di comunità; teatro come strumento per “uscire” dal DSM, la cui finalità è quella di favorire il collegamento tra “dentro” e “fuori”.

Si ricorda infine che in Emilia-Romagna, dal 2016 è attivo un protocollo d'intesa tra Regione (assessorati alla Cultura e alla Salute) i Dipartimenti di Salute Mentale e numerosi teatri e compagnie, per la promozione delle attività teatrali che nascono in seno ai Dipartimenti di salute mentale della regione. Il coordinamento previsto dal protocollo – che oggi riunisce 21 compagnie teatrali nate nell'ambito di 9 DSM dell'Emilia-Romagna e una rete di 7 enti teatrali regionali - ha confermato la capacità del teatro di agire sui "determinanti di salute".

Scarica "To Be. Il Teatro Offre Bellezza ed Emancipazione: Manifesto per un teatro per e nella salute mentale"

Parliamone Insieme
il sito della Consulta regionale per la Salute Mentale dell’Emilia-Romagna


Associazione Arte  e Salute APS
Via de’ Griffoni 4
40123 Bologna
P.iva e cod. fiscale 02049631209

Redazione
c/o La Casa di Tina
Via di Corticella 6
40128 Bologna
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si ringrazia la Regione Emilia-Romagna

Privacy Policy Cookie Policy